Luther Blissett ai tempi del Web 2.0 e il copyleft

Marco De Stefani ->

Luther Blissett, pseudonimo collettivo utilizzato (e talvolta sfruttato) negli anni novanta.
Cosa sarebbe successo se l’iniziativa fosse nata nel 2017?
In un mondo in cui l’informazione è realtà, la rete avrebbe semplicemente aiutato la diffusione virale di Luther Blissett, o il web 2.0, i social networks e l’anonimato avrebbero creato una nuova entità digitale, e quindi reale?
Quali nuove possibilità avrebbero avuto i genitori per gestire la neo-nata creatura/avatar, con metatag e strumenti copyleft come le licenze creative commons?
Un viaggio nel “what if” e negli strumenti per dare vita e autonomia a un’idea nella noosfera, mantenendone la paternità e (forse) il controllo.

bio_base

Luther Blissett in the time of Web 2.0 and copyleft

Luther Blissett, a multiple-use name used and sometimes abused during the 90s.
What would it be like if the initiative was born in 2017?
In a world where the information is reality, Internet would simply help the viral dissemination of Luther Blissett, or the web 2.0, the social networks and the anonymity tools would create a new identity, digital and (because of this) real?
What new opportunities would the parents have in order to create the new-born creature/avatar, with metatag and copyleft tools such as creative commons licenses?
A journey towards the “what if” and inside tools to create an idea inside the noosphere, keeping the ownership and (maybe) the control.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...