Dobia, tempo per un nuovo Stato

DOBIALAB-IRWIN: TEMPO PER UN NUOVO STATO

Nell’ agosto 2014 il collettivo IRWIN partecipò al festival Dobiarteventi. Il titolo del loro intervento era “Tempo per un nuovo stato”. Tre elementi segnarono la loro presenza. Il primo consitette in tre striscioni di colore rosso delle dimensioni di cinque metri per uno e mezzo con la scritta bianca “Tempo per un nuovo stato. Si dice che là puoi trovare la felicità” posizionati, uno a Monfalcone lungo la strada statale all’altezza del porticciolo situato nel punto più a nord del Mar Mediterraneo, il secondo sempre molto visibile nel centro di Staranzano, Comune dove ha sede Dobiarteventi ed il terzo all’ingresso del festival. L’altro elemento fu rappresentato da decine di poster affissi con mimica elettorale in vari comuni della provincia di Gorizia con la medesima scritta e grafica degli striscioni. Il terzo momento riguardò la consegna dei passaporti di NSK State in Time a tutto lo staff di Dobialab e suoi collaboratori da parte degli Irwin; una cerimonia ufficiale per celebrare la nuova cittadinanza del gruppo Dobialab, seguita poi da una conferenza tenuta dagli artisti.

Striscioni e poster. Tempo per un nuovo Stato; quale Stato? Chi sono gli autori di un’affermazione dal carattere così sovversivo? E’ riferito all’Italia, oppure ad un altro Stato dove immigrare? Chi ha dato il permesso di esporre in uno spazio pubblico una scritta simile?

Ci si potrebbe aspettare tutta una serie di reazioni di fronte ad una scritta rimasta per due settimane in bella vista sotto gli occhi di miglialia di persone, che mette in discussione lo Stato. Invece niente, nessuno strascico sulla stampa locale, nessun politico, nessun cittadino si è fatto avanti. L’unica reazione che si può riferire è stata quella della Polizia, intervenuta durante lo shooting fotografico in cui erano presenti i nuovi cittadini di NSK State in Time e gli Irwin. Hanno constatato che avevamo i permessi per gli striscioni, ci hanno ricordato che non potevamo usare il cavalletto per fare le fotografie, in quanto non avevamo fatto richiesta di occupazione del suolo pubblico e se ne sono andati.

Forse, uno degli aspetti più interessanti dello sforzo artistico di Irwin-NSK è la loro capacità di far emergere il funzionamento, in questo caso ed in maniera altrettanto interessante il non funzionamento, di certi simboli e azioni simboliche in relazione allo Stato.

Il gruppo di Dobialab diventa collettivamente parte della cittadinanza di NSK State in Time. Dobialab è situata all’interno del territorio italiano. Pensiamo al rapporto tra nazionalità e cittadinanza: la nazionalità non esiste, ma esiste eccome la cittadinanza. NSK State in Time è in un certo senso pura cittadinanza liberata da ogni legame con la nazionalità. Cosa vuol dire essere italiani o sloveni, etc? In realtà l’unica risposta giusta, reale è semplice: persone alle quali viene rilasciato il documento di identità dallo stato italiano, o sloveno, etc. Altri criteri sono puramente retorici ed evidentemente artificiali. NSK State in Time è artistico: Was ist Kunst?

L’evento “Tempo per un Nuovo Stato” è stato curato da Frediano Bortolotti, membro del gruppo Dobialab.

Frediano Bortolotti (Trieste 1983). Laureato alla Ca’ Foscari di Venezia con tesi su Paolo Uccello, si è poi trasferito a Berlino dove ha seguito un master in storia dell’arte e dell’immagine presso la Humboldt Universität, laureandosi con una tesi in storia dell’arte dell’est Europa incentrata sul collettivo Irwin-NSK. Da anni è membro di Dobialab e si dedica all’organizzazione e curatela di mostre, festival ed altri interventi in campo artistico in Italia, a Berlino, come a Sofia e Bucarest. Ora vive a Turku (Finlandia).

bio_base

DOBIALAB-IRWIN: TEMPO PER UN NUOVO STATO

In August 2014 the collective Irwin participated to the festival Dobiarteventi. The title of their intervention was “Tempo per un nuovo stato”, “Time for a new state”. The work was part of a project started in Lagos, Nigeria in 2010 and then presented in many translated forms in Moscow, London, Leipzig, Ljubljana, Pristhina, Sarajevo, Vienna and, after Dobbia, Prague. The original title of the project is “Time for a new State. Some say you can find happiness there”. Three elements indicated the presence of Irwin at the festival. The first one consisted of three red banners with the white writing “Time for a new State. Some say you can find happiness there”; their size was 5×1,5m and they were displayed, one in Monfalcone along the main road by the small port situated at the northernmost point of the Mediterranean sea, the second was very visible in the center of the town in Staranzano and the third one at the entrance of the festival. The other element was represented by dozens of posters affixed imitating electoral ones in many municipality in the province of Gorizia. The third moment was represented by the delivery of NSK Passports to the staff of Dobialab and some colleagues made by Irwin, an official ceremony to celebrate the new citizenship of Dobialab group, followed by a lecture gave by the artists.

Banners and posters. Time for a new state; what state? Who are the authors of that statement characterized by such a subversive nature? Does it refer to Italy, or rather to another state, where to immigrate? Who did permit the display of such a writing in the public space? There is to be expected a series of reaction to such intervention, that questioned the State and has been seen for two weeks by thousands of people. On the contrary no reactions, nothing appeared in the local news, no politicians, no citizens advanced for any question. The only one reaction it is possible to report is that of the police, arrived during the photo shooting, where Irwin and the new NSK State in Time citizens were present. The police checked that the festival had the permission for displaying the banner and reminded to the organizers, that they cannot use the tripod for taking pictures, because they did not make any request for using that spot, part of the public space.
One of the most interesting aspect of Irwin’s artistic effort is, maybe, represented by their capability of letting emerge the functioning as, in a same interesting way, the non-functioning, of some symbols and symbolic actions in relation to the state.

Dobialab group together become member of NSK State in Time citizenry. Dobialab is placed inside Italian territory. Thinking about the relationship between nationality and citizenship: nationality does not really exist, however citizenship certainly exists. NSK State in Time is a kind of pure citizenship freed from any bond with nationality. What does it mean being Italians, or Slovenians, etc.? Actually the only right and real answer is simple: persons to whom the Italian, Slovenian, etc. state provides an ID card. Other parameters are really rhetorical and clearly artificial. NSK State in Time is artistic: Was ist Kunst?

Frediano Bortolotti was the curator of “Tempo per un Nuovo Stato”. He is member of Dobialab group.

Frediano Bortolotti (Trieste 1983). He graduated at Ca’ Foscari in Venice presenting a thesis about Paolo Uccello. Later he moved to Berlin and continued his studies in history of art image by the Humboldt Universität. He graduated in Eastern-European art history and the subject of his thesis was Irwin collective. He is a member of Dobialab since many years and works organizing and curating exhibitions, festivals and other artistic projects in Italy, Berlin, Sofia and Bucharest among others. He lives now in Turku, Finland.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...